Covid19 : Trovate tutte le informazioni disponibili sulle misure adottate nel Principato di Monaco sul sito covid19.mc

Infrastrutture Mega Yachts

Le Crociere a Monaco

Da Marzo 2003, il Porto Hercule ha iniziato una nuova attività commerciale con l’accettazione al molo delle navi da crociere. Finora, le navi da crociere dovevano gettare l’ancora in rada, il che non agevolava gli spostamenti dei croceristi, oppure lungo la banchina degli Etats Unis per le navi non superiori a 100 metri.

LA DIGA

L’entrata in servizio della nuova diga semi galleggiante ha consentito lo sviluppo di questa attività. Lunga 352 metri protegge perfettamente dalle onde e può accogliere navi da crociera fino a 300 metri di lunghezza.

Grazie alla costruzione della diga il Porto Hercule ha sperimentato una crescita esponenziale, come dimostrato dai numeri : si é passati da 101 scali nel 2002 a 165 nel 2019, il ché equivale a un totale di 183 468 passeggeri. Con il tempo, l’attività crocieristica ha contribuito enormemente allo sviluppo turistico del Principato, ed all’intera economia monegasca.

La diga ha inoltre reso possibile una politica dei turnarounds (cosi’ definito l’inzio o la fine della crociera). Vi é stato inoltre creato un terminal, dove vengono effettuati i controlli ai crocieristi ed ai loro bagagli secondo le norme di sicurezza richieste dall’ISPS, adottate in seguito agli attentati dell’11 settembre.

In seguito all’interruzione totale dell’attività crocieristica, dovuta alla pandemia da COVID-19, é stato deciso di limitare l’accoglienza alla diga alle navi appartenenti alla categoria lusso e premium, fino a 250 metri di lunghezza e una capacità inferiore o uguale a 1250 passeggeri.

Questa politica ha un duplice obiettivo : la protezione dell’ambiente attraverso la riduzione del numero di navi e rendere migliore « l’esperienza Monaco » vissuta dai crocieristi durante il loro soggiorno, in modo da farli tornare.

Monaco : Port of call

Ambiente

Da notare che, in termini di tutela dell’ambiente, é stata valutata la possibilità di conenssione elettrica, ma per il momento non é ancora operativa, poiché la capacità di connessione delle navi che arrivano nel Principato é troppo marginale.